Vai al contenuto

La piadina romagnola Bimby: l’appetitoso street food che caratterizza la cucina emiliana

piadina romagnola bimby

Quando si desidera preparare un pasto rapido, senza però rinunciare al gusto, la soluzione ideale è quella che vi proponiamo oggi: la piadina romagnola farcita.

Inviaci le tue ricette con il Bimby e verranno pubblicate! Clicca qui per entrare nel gruppo Facebook

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!

Stiamo parlando, infatti, di una ricetta che rappresenta un vero e proprio must della tradizione culinaria emiliana-romagnola.

Un piatto unico e ricco di sapore, oltre a essere notevolmente stuzzicante, che potrete preparare anche per una cena poco impegnativa, ma allo stesso tempo invitante.

In più la piadina non contiene il lievito e si può utilizzare in sostituzione del pane.

La sua preparazione è estremamente facile, resa ancora più veloce se si prepara come in questo caso col supporto del Bimby.

Se poi considerate che per farla si ha bisogno di un quantitativo limitato di ingredienti, la voglia di prepararla direttamente in casa aumenterà maggiormente.

Una volta che avrete assaporato la piadina in versione casalinga, non andrete più ad acquistarla già pronta al supermercato.

La storia della piadina romagnola, un grande classico della cucina in Romagna

La storia di questa ricetta risale a un’era antica. Le testimonianze a riguardo, infatti, parlano di prime sfoglie preparate con varie farine e acqua senza lievito, durante il 1.200 a.C. A quei tempi si trattava di un cibo riservato soltanto ai ricchi, visto che si andavano a cuocere su lastre arroventate, consumandole in tempistiche brevi.

Mentre nel corso del periodo inerente il Medioevo, queste sfarinate si sono tramutate in cibo utile per nutrirsi, per coloro che non potevano permettersi il grano e il pane.

Attualmente, quello che ora si definisce come cibo da strada, ha cominciato a conquistare i turisti che soprattutto d’estate si recano sulla Riviera Romagnola.

La ricetta della piadina romagnola farcita: una leccornia tipicamente romagnola

Per l’esecuzione di tale ricetta avrete bisogno, oltre che dei pochi ingredienti necessari, pure di una padella antiaderente.

Per quanto concerne il tipo di ripieno, potrete divertirvi a scegliere la farcitura in base alle vostre preferenze.

I vari generi di salumi, ad esempio, sono perfetti da usare per farcire la piadina. Come anche i diversi formaggi filanti, lo squacquerone e lo stracchino.

Infine, si può pure propendere per l’utilizzo della salsiccia o alternativamente del petto di pollo, come squisito ripieno delle vostre piadine romagnole.

Da provare: Pizza ripiena di speck e zucchine Bimby: una vera e propria apoteosi di colori e sapori

Piadina romagnola farcita Bimby

Come ogni ricetta, è fondamentale attenersi alle tempistiche e alle indicazioni riportate nella descrizione. In modo tale da ottenere un’ottima riuscita del piatto in questione
Nessun voto
Preparazione 10 minuti
Cottura 5 minuti
Tempo di riposo 30 minuti
Tempo totale 45 minuti
Porzioni 10 Piadine

Ingredienti:

Cosa vi occorre per fare la ricetta della piadina romagnola

  • 500 g Farina 00
  • 250 ml Acqua
  • 100 g Strutto
  • 1 cucchiaino Sale
  • Prosciutto crudo q.b.
  • Insalata q.b.
  • Stracchino q.b.

Istruzioni:

Ecco le fasi di preparazione della piadina romagnola nel Bimby

  • Introdurre nel boccale del Bimby la farina, il sale e lo strutto;
  • Cominciare a impastare e, nel corso di questa operazione, aggiungere anche l’acqua a filo;
  • Proseguire per 4 min./vel.spiga e, successivamente, spostare su una spianatoia l’impasto ottenuto;
  • Compattare con le mani, formando 10 palline da porre su un vassoio;
  • Coprirle con pellicola trasparente, lasciandole a riposo per 30 minuti circa;
  • In seguito stendere le palline con un mattarello;
  • Far scaldare la padella e mettervi sopra man mano ogni piadina;
  • Quando vedrete delle bolle sulla piadina, andrete a capovolgerla, proseguendo con la cottura per 40/50 secondi;
  • Le vostre piadine sono pronte per essere farcite come volete!

Conservazione

Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

  • Le piadine si conservano coperte con pellicola trasparente in un luogo asciutto e fresco, consumandole al massimo entro 3 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating