Vai al contenuto

Baccalà mantecato nel Bimby, facilissimo e velocissimo per stupire a cena!

baccalà mantecato bimby

È la specialità veneta per eccellenza, che piace in particolar modo a chi apprezza la cucina di pesce: morbido, delicato, avvolgente, il baccalà mantecato ha tanti pregi e pochi difetti (l’ammollo del baccalà), ma lo avete mai provato nel Bimby? Quello che possiamo dirvi è che è un prodotto eccezionale.

Inviaci le tue ricette con il Bimby e verranno pubblicate! Clicca qui per entrare nel gruppo Facebook

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!

Come è nato il baccalà mantecato?

Lo abbiamo già detto: in Veneto, il baccalà mantecato è una vera e propria istituzione. L’ingrediente è il merluzzo essiccato, dove a Venezia – e più in generale nel territorio veneto – è conosciuto con il nome di bacalà o baccalà. Altri lo chiamano con il nome di stoccafisso o merluzzo sotto sale.

L’emulsione cremosa viene preparata dunque usando l’ingrediente principale, che è il baccalà, e l’olio: è il cicchetto che si prende sui “cicheti” dei bacari a Venezia. Ma, ovviamente, si può preparare anche a casa. Nel ricettario La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene, di Pellegrino Artusi, viene presentato come un’autentica delizia: la sua storia inizia esattamente nel 1432, quando Pietro Querini, veneziano, andò nelle isole Lofoten della Norvegia e scoprì l’uso del baccalà in cucina.

Come accompagnare il baccalà mantecato

Il baccalà mantecato si serve rigorosamente con… i crostoni (o crostoni)! Il contrasto tra l’emulsione cremosa e il crunch del pane bruschettato è a dir poco paradisiaco: per chi apprezza i sapori intensi, è davvero la specialità a cui non si sa più dire di “no”. Come abbinarlo al vino? Semplice: provate un buon Pinot Grigio, oppure un Petite Arvine, che è un bianco definito “pieno e armonico”.

Da provare: Crocchette di salmone Bimby: come camuffare il pesce ai bambini!

Baccalà mantecato Bimby

L'antipasto veneziano per eccellenza, un'emulsione cremosa a base di baccalà
Nessun voto
Preparazione 30 minuti
Cottura 40 minuti
Tempo di ammollo 3 days
Tempo totale 3 days 1 ora 10 minuti
Porzioni 4 Persone
Chef: Emanuela Guido

Ingredienti:

Cosa ci occorre per il baccalà mantecato nel Bimby

  • 600 g baccalà dissalato
  • 400 g acqua
  • 100 g latte
  • 100 g olio extravergine d’oliva
  • Qualche ciuffetto di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 1/2 avocado

Istruzioni:

Come preparare il baccalà mantecato nel Bimby

Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

  • Prima di tutto mettere a bagno il baccalà per un paio di giorni cambiando l’acqua di tanto in tanto.
  • Successivamente togliere la pelle, tagliare a pezzi e metterlo nel boccale.
  • Aggiungere l’acqua e far cuocere per circa 40 minuti: quando finisce, scolare l’acqua in eccesso, rimettere il baccalà nel boccale e unire il latte, l’olio, il prezzemolo e l’aglio.
  • Incorporare anche un pezzo di avocado (circa metà), se si desidera.
  • Mescolare a velocità 4/5 per 30 secondi.
  • Raccogliere con un lecca-pentole sul fondo del boccale e continuare a mescolare per altri 30-40 secondi.
  • Il baccalà mantecato è pronto. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating